Pannaggi FOCUS Award 2019-2021 curated by Loretta Fabrizi. The winners of the last 3 editions of the Prize for the new generations of Marche artists. May 27 – June 24, 2022.

On display the works of Elena Giustozzi , Serena Vallese and Michele Carbonari , winners of the 2021, 2020 and 2019 editions respectively. Opening May 27th at 6pm .

The Centro, in collaboration with CeSMa (Centro Studi Marche) and in line with its forty-year promotion of young talents at national and international level, welcomes in its exhibition spaces the winners of the last three editions (2019 – 2021) of the Pannaggi / New Generation Award, an initiative of the “Amici di Palazzo Buonaccorsi” organization from Macerata in support of young artists for the promotion of art contemporary in the Marche and in Italy. & nbsp;

The exhibition offers itself as a privileged observatory on contemporary art through the works of three young talents. A three-part exhibition, therefore, which in comparison by work explores the languages ​​of the visual, unravels their different expressive modes, absolutely original in their being modulated on creative scores that each connects to their own existential rhythms. Concretions in forms and images of visions that mark the relationship that is always problematic and always to be built with reality, which however, precisely in its persevering escape from grasp, constantly feeds the horizon of the imagination with new energy. & Nbsp;

Elena Giustozzi (Pannaggi Award 2021) born in Civitanova Marche (MC) in 1983, lives in Senigallia (AN) – through INSIDE proposes the liquid vision of a microcosm imprisoned in a few centimeters of water that the high quality of the painting and the optical device allow you to live in the fluid and silent depth of a “garden in motion and without end” like cosmic life. < / p>

Serena Vallese (Premio Pannaggi 2020) – born in Giulianova (TE) in 1981, lives and works in Montone (TE) – presents FOGLIA-ME , a cultured and meditated that explores the theme of the fragility of the living made with equally fragile materials such as paper, plaster, poor, cellulose pulp and modulated on the pervasive and absorbent white “dazzling waiting”.

Michele Carbonari (Premio Pannaggi 2019) – born in Recanati in 1980, lives and works in Macerata – with THE LAST IMAGE he develops a figurativeness that speaks of things of everyday life sublimated by the light of painting, capable of giving dignity of singular existence even to the most anonymous and silent objects, revealing “epiphanies of the invisible”.

le opere di Elena Giustozzi, Serena Vallese e Michele Carbonari, vincitori rispettivamente delle edizioni 2021, 2020 e 2019. Opening 27 maggio alle 18.

Il Centro Luigi Di Sarro, in collaborazione con il CeSMa (Centro Studi Marche) e in linea con la sua quarantennale attività di promozione di giovani talenti a livello nazionale e internazionale, accoglie nei suoi spazi espositivi i vincitori delle ultime tre edizioni (2019 – 2021) del Premio Pannaggi/Nuova Generazione, un’iniziativa dell’associazione “Amici di Palazzo Buonaccorsi” di Macerata a sostegno dei giovani artisti per la promozione dell’arte contemporanea nelle Marche e in Italia. 

La mostra si offre come un osservatorio privilegiato sull’arte contemporanea attraverso le opere di tre giovani talenti. Un’esposizione dunque a tre voci che nel confronto per opera scandaglia i linguaggi del visivo, ne squaderna le diverse modalità espressive, assolutamente originali nel loro essere modulate su spartiti creativi che ciascuno raccorda ai propri ritmi esistenziali. Concrezioni in forme e immagini di visioni che scandiscono il rapporto sempre problematico e sempre da costruire con il reale, che tuttavia, proprio nel suo perseverante sfuggire alla presa, alimenta costantemente di nuova energia l’orizzonte dell’immaginario. 

Elena Giustozzi (Premio Pannaggi 2021)nata a Civitanova Marche (MC) nel 1983, vive a Senigallia (AN) – attraverso INSIDE propone la visione liquida di un microcosmo imprigionato in pochi centimetri d’acqua che l’alta qualità della pittura e il dispositivo ottico consentono di abitare nella profondità fluida e silenziosa di un “giardino in movimento e senza fine” come la vita cosmica.

Serena Vallese (Premio Pannaggi 2020) – nata a Giulianova (TE) nel 1981, vive e lavora a Montone (TE) -presentaFOGLIA-ME, un lavoro colto e meditato che sonda il tema della fragilità del vivente realizzato con materiali altrettanto fragili come carta, gesso, povere, pasta di cellulosa e modulato sul bianco pervasivo e assorbente “abbagliante d’attesa”.

Michele Carbonari (Premio Pannaggi 2019) – nato a Recanati nel 1980, vive e lavora a Macerata -conTHE LAST IMAGE mette a punto una figuratività che parla delle cose del quotidiano sublimate dalla luce della pittura, capace di donare dignità di singolare esistenza anche agli oggetti più anonimi e muti rivelando “epifanie dell’invisibile”. 


Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.